Come possiamo aiutarti?

Inviaci un messaggio e ti ricontatteremo nella fascia oraria desiderata.

    Dicono di noi

    Parodontite o Piorrea: sintomi, cause, prevenzione e trattamento

    da | 14/04/2021

    Cos’è la malattia parodontale, piorrea o parodontite? Se stai leggendo questo articolo è perché senti che la salute della tua bocca inizia a vacillare e vuoi comprendere meglio cosa sta succedendo.

    L’autodiagnosi non è mai risolutiva. È sempre necessario rivolgersi a professionisti competenti, ma iniziare a documentarsi può essere un buon inizio per prendersi cura di sé.

    Se le domande che ti sei posto per arrivare fino a qui sono le seguenti:

    • Perché le mie gengive sanguinano?
    • Perché i miei denti sono più sensibili?
    • Perché i miei denti iniziano a muoversi o si allargano?
    • Perché inizio a soffrire di alitosi?

    Allora è possibile che tu soffra o abbia un principio di parodontite o piorrea, o gengiviti.

    Cos’è la piorrea o parodontite

    La malattia parodontale è una patologia del cavo orale molto comune, più diffusa di quanto si possa pensare, infatti circa il 60% della popolazione italiana ne soffre.

    La paradontite o piorrea è uno tra i processi infiammatori che riguardano la nostra bocca, colpisce e distrugge l’apparato di sostegno dei nostri denti, l’osso e le gengive, portando all’inevitabile perdita dei denti.

    Inoltre evidenze scientifiche confermano che esiste una correlazione diretta tra la parodontite ed il rischio di infarto.

    Non è il caso di allarmarsi! Tuttavia non è consigliabile rimandare troppo a lungo la tua visita di controllo, soprattutto se ti sei accorto di alcuni dei sintomi che riportiamo di seguito.

    Sintomi della malattia parodontale

    Sanguinamento gengivale

    È bene ricordare che una gengiva sana non sanguina, di conseguenza quando ci si lava i denti è sempre bene controllare l’eventuale fuoriuscita di sangue. Nota per chi fuma: le gengive dei fumatori non sanguinano quasi mai, ma questo non significa che non possano soffire di piorrea o parodontite!

    Alitosi

    I batteri, attraverso il tartaro e la placca, si accumulano all’interno delle sacche o tasche gengivali provocando il cattivo odore dell’alito, e la conseguente perdita di osso ed infiammazione gengivale.

    Mobilità dentaria

    se la gengiva si ritira significa che l’osso si è già riassorbito e non supporta più il dente. In questi casi i denti possono cambiare posizione, spostarsi ed allargarsi.

    Sensibilità dentaria accentuata da caldo e freddo

    Uno dei sintomi della malattia parodontale, da tenere sotto controllo è la sensibilità dentale. Quando si mangia (soprattutto cibi dolci) o si beve, i denti sono più sensibili al caldo e al freddo.

    Comparsa di recessioni gengivali

    La gengiva si retrae scoprendo la radice del dente. I denti sembrano più lunghi e possono diventare molto più sensibili.

    Ascessi

    Gli ascessi e i gonfiori gengivali possono essere un sintomo importante per riconoscere la piorrea insieme al dolore e alla difficoltà di masticazione, sintomi piuttosto comuni da tenere sotto controllo.

    Le cause della parodontite o piorrea

    È bene che tu sappia che esistono diversifattoriche possono influenzare l’insorgere della paradontite o piorrea:

    • la presenza di placca e tartaro
    • la presenza di squilibri ormonali
    • la scarsa igiene orale (che tuttavia da sola non è sufficiente a provocare tale processo infiammatorio)
    • malattie come il diabete
    • le anemie
    • carenze nutrizionali
    • il fumo
    • l’ereditarietà

    La paradontite o piorrea, a seconda del suo stato avanzato o marginale, provoca il conseguente distacco della gengiva dai denti con formazione di tasche o sacche paradontali e riduzione dell’osso. I denti cominceranno a muoversi fino a cadere del tutto.

    Cosa fare in caso di parodontite o piorrea

    Sopra ti abbiamo illustrato i sintomi generici della paradontite o piorrea. È nostro dovere specificare che talvolta la paradontite o piorrea può non essere prontamente riconosciuta in quanto molto spesso è asintomatica. Questa condizione si verifica frequentemente nei fumatori, nei quali manca il campanello d’allarme del sanguinamento gengivale.

    La malattia parodontale può essere prevenuta e controllata. Sicuramente la prevenzione rimane la migliore alleata della nostra salute.

    Se non rimanderai il tuo controllo dal dentista, il processo infiammatorio potrà essere riconosciuto in tempo. In queso caso le cure possono essere rapide ed il meno invasive possibile, infatti, una diagnosi tempestiva può evitare la caduta dei denti e la perdita di molto osso.

    La Terapia Parodontale in 5 passaggi

    La visita presso i nostri Centri Dentistici D’Andrea potrà confermare o meno la diagnosi di piorrea. Affidati a noi, abbiamo gli strumenti, le conoscenze e le competenze adeguate per poter far fronte ai problemi della tua bocca.

    Visita specialistica

    Il primo e più importante passaggio è la visita specialistica per confermare la presenza o meno di parodontite, conoscere lo staff e farci comprendere appieno tutte le tue esigenze ed aspettative.

    Percorso diagnostico

    Grazie al percorso diagnostico, che si esegue con varie tipologie di indagini come ad esempio il sondaggio parodontale e la compilazione della cartella, lo status radiologico, le foto, andiamo a fondo del problema. Questo ci permette di impostare al meglio le successive fasi terapeutiche.

    Istruzioni di igiene orale

    Anche la miglior terapia può esser vanificata se il paziente cura correttamente la propria igiene orale in casa e quindi non impedisce il riformarsi di placca e tartaro. Per questo motivo ti insegniamo perfettamente a tenere pulita la tua bocca fornendoti tutte le istruzioni e gli strumenti per farlo!

    Percorso terapeutico

    Ti starai chiedendo se esistono soluzioni curative definitive per la parodontite o piorrea. Spesso cerchiamo di avere delle risposte consultando quante più fonti possibili, amici e pareri di diversi specialisti. I Centri Dentistici D’Andrea vogliono offrirti la possibilità di poter scegliere il percorso migliore da intraprendere per prenderti cura della tua salute e per poterla mantenere. Per noi curare vuol dire “tenere per mano” il paziente ed accompagnarlo passo dopo passo verso una migliore qualità della vita. Quindi, se avete sentito dire che, a causa della vostra parodontite, dovete rassegnarvi a perdere il vostro sorriso, noi vogliamo rassicurarvi ed illustrarvi le opzioni per poter iniziare il vostro percorso curativo.

    Cura della parodontite con il Laser

    Nel caso in cui il vostro dentista dovesse diagnosticarvi la malattia parodontale, sappiate che la prima tappa del vostro percorso terapeutico potrebbe essere la cosiddetta “terapia convenzionale”, con levigatura radicolare e curettage, a cui potrebbe seguire un intervento chirurgico per poter pulire in profondità le sacche gengivali.

    I Centri Dentistici D’Andrea di Messina e Milazzo hanno invece abbandonato da molti anni questa terapia, non risolutiva e certamente poco piacevole per il paziente, sostituendola con la Laser Terapia.

    Con Oltre 15 anni di esperienza nella terapia laser, nei Centri Dentistici D’Andrea puoi ottenere grandi risultati con un approccio senza dolore!

    Strumento d’avanguardia, il laser a diodi, consente trattamenti particolarmente efficaci sui batteri parodontali, senza sanguinamento, senza punti di sutura, senza gonfiore e dolore intra e post-operatorio.

    Come funziona il laser a diodi ?

    L’energia laser viene trasmessa tramite una sottile fibra che può facilmente penetrare nelle tasche parodontali profonde per esplicare i suoi effetti terapeutici senza usare le curette chirurgiche convenzionali. Inoltre non è più necessario incidere la gengiva e dare punti di sutura. La terapia fotodinamica con il laser:

    • è più veloce del trattamento convenzionale
    • ha un’efficacia superiore del 40%
    • promuove la decontaminazione delle tasche parodontali dai batteri
    • non necessita di anestesia perché è indolore
    • riduce e/o elimina la mobilità dei denti
    • chiude le tasche parodontali con conseguente rigenerazione di parte dei tessuti distrutti dalla paradontite

    Parodontite o piorrea: Mantenimento a terapia terminata

    È necessario e molto importante seguire il programma di controlli consigliato a fine terapia per mantenere la bocca in perfetta salute, al fine di non vanificare il lavoro svolto e per cercare di evitare situazioni irreparabili. Non rimandare più! Non esitare, e se la paura del dolore ti blocca affidati a noi: i Centri Dentistici D’Andrea di Messina e Milazzo sono in prima linea per intervenire sulla tua parodontite e bloccarla senza dolore, con il trattamento giusto su misura per te. Contattaci per programmare la tua prossima visita.

    Come possiamo aiutarti?

    Inviaci un messaggio e ti ricontatteremo nella fascia oraria desiderata.

      Dicono di noi